Shina Lab

Shina of officinarum

2. Birmania

Un altro giorno è passato…con la sua stancante routine, il suo tran-tran di studi, lavori, fatiche… e rieccoci anche oggi qui…tutti pronti a scaricare altrove i nervosismi della giornata… siete già in balcone? la vostra cioccolata è pronta? Bene… allora pronti a partire! Lasciatevi accarezzare da questo fresco venticello di ottobre e chiudete gli occhi… assaporate la vostra cioccolata e lasciatevi cullare dal sapore intenso del cacao…ora ci immergiamo nella frettolosa e stupenda Myanmar! Il vostro aereo scende lentamente tra le nuvole, plana, specchiandosi nelle acque profonde del Golfo del Bengala…lasciate scivolare lo sguardo di fronte a voi…ammirate la maestosità delle splendide guglie di Rangoon! Alte, dorate, splendide si stagliano nell’arcobaleno di colori del sole al tramonto controllando con occhio vigile la città frettolosa sotto di loro…immaginate di essere in cima al “Karaweik Palace”, l’imponente e mozzafiato palazzo reale galleggiante… alle vostre spalle c’è la città in continuo fermento, davanti a voi le due teste di Hinsa, l’uccello leggendario, che puntano all’orizzonte, verso l’immensa distesa d’acqua…lasciatevi cullare dai movimenti lievi e soporiferi del Karaweik, ed inspirate l’odore della vita che questa città sprigiona. Scendiamo ora con accortezza dalla cima del palazzo galleggiante, abbandoniamo la pace e lo stupendo panorama, e buttiamoci nella caotica mischia del mercato birmano… Sentite l’odore del curry? delle spezie? delle salse aromatizzate e del Le Phet? accostatevi ad un banco del mercato…qui sono tutti così solerti, gentili…un ometto basso e magrolino con la testa pelata e due occhi scuri vi si avvicina e gesticolando animatamente vi mostra la sua merce…il ripiano è ricoperto di ciotole e ciotoline di foglie di tè lessate, condite con olio di palma, anacardi e arachidi…sfizioso, non vi pare? il Le Phet è una pietanza tipica, e direi che un assaggino non ci starebbe male! :) proseguiamo attraverso le file di banchi e bancarelle, ascoltiamo le grida dei venditori, annusiamo l’odore del pesce, delle verdure cotte, delle aragoste…guardate, una bambina ci porge una ciotola…nella mia c’è un assaggio di spaghettini con il pollo…e nella vostra? Lasciamoci ora pian piano il mercato alle spalle: il sole è quasi sprofondato del tutto all’orizzonte, nonostante sia ancora primo pomeriggio…ma, guardate laggiù! Il “Karaweik Palace” si accosta alla riva! E’ cominciata la “Festa della Luna”… osservate come le quattro immagini sacre di Buddha vengono attentamente trasportate dalla nave reale alla pagoda Paung, e soffermatevi ancora una volta sulle imponenti teste di Hinsa che riprendono il loro viaggio, scivolando silenziosamente sull’acqua… le immagini vengono portate in processione, mentre sulla riva fioriscono cerimonie ed allegre danze! Infilate uno degli abiti tradizionali e beatevi del vostro riflesso immerso in colori sgargianti… lentamente si sta facendo l’alba, e davanti ai vostri occhi le instancabili tribù Shan si esibiscono in allegre danze e canti in onore di Buddha… ora guardate là invece stanno passando velocissimi i pescatori dei vari villaggi che si sfidano in gare di velocità su sgargianti pagode decorate… la musica e le danze attendono il sole per affievolirsi e svanire lentamente… noi dobbiamo invece tornare a casa… inspirate ed espirate un paio di volte, poi aprite gli occhi e stiracchiatevi… finite la vostra cioccolata e cullatevi ancora un po’ negli sgargianti colori di Myanmar e di Rangoon… cominciate piano piano a far entrare i sogni nella vostra realtà…e se le case o gli alberi di fronte a voi sembreranno all’improvviso, tristemente monocromatici, colorateli voi…chiudete gli occhi un’altra volta ed immaginate splendidi drappi colorati librarsi laggiù, in quello spiazzo di verde…oppure fate apparire due enormi teste di Hinsa sulla vostra scrivania e galleggiate nei vostri sogni ancora un attimo prima di tornare alla vostra vita reale… e ricordate: “i sogni non ci abbandonano mai…”
Un bacio al curry di Rangoon
Shina

Lo splendido "Karaweik Palace"

Uno stralcio di Rangoon

This entry was posted on domenica, novembre 21st, 2010 at 18:06 and is filed under . You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply





XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>